27-donna-per-donna-clara-polato-luciano-cirelli

DOTT. CIRELLI: VALUTAZIONE DELLO SCREENING

Con ‘Donna per Donna’ lo specialista in ambito senologico spiega perchè lo screening si fa dai 50 ai 69 anni.

La scorsa settimana a TempoRadio, nell’ambito delle trasmissioni medico-informative di ‘Donna per Donna’, è intervenuto il dottor Luciano Cirelli con Clara Polato dell’Associazione. Specialista senologo, il dottor Cirelli è una vera istituzione in questo campo, con riconoscimenti prestigiosi. Cirelli, lo ricordiamo, è stato premiato a livello mondiale per l’avvio degli screening sul carcinoma mammario, essendo stato il primo in Italia a proporlo. “Ai tempi non si parlava neanche di senologia e di prevenzione”, ha precisato lo specialista. Lo specialista ha voluto spiegare, nel corso della trasmissione, perché di alcune scelte in materia di screening. “Perché chiamare solo le donne tra i 50 ed i 69 anni d’età, per esempio – si è chiesto Luciano Cirelli -. Ricordo che con questa procedura diagnostica si cerca d’individuare un tumore che la donna non sa d’avere o che non si sente. La fascia d’età prescelta per questi controlli a campione è basata sul rapporto tra costo e beneficio, essendo impossibile sottoporre a screening tutte le donne a tappeto. Perché non prima? Sia chiaro che il rischio di tumore cresce con l’età, per cui a 60 è più frequente che a 40. Inoltre la mammografia è efficace con una mammella trasparente, con poche ghiandole, e quindi non giovane. E perché non dopo, allora, ossia successivamente ai 70 anni? Perché in questo caso, su d’età, è difficile avere un numero significativo di donne che aderiscano alla visita di massa. Ma si ricordino le signore di non smettere di fare il controllo dopo che non saranno più chiamate allo screening”. La seconda parte della diretta è stata dedicata dal dottor Cirelli alle risposte alle numerose domande delle ascoltatrici. Clara Polato, prima di terminare, ha anticipato che il 16 settembre ci sarà la gita annuale alle Terre Verdiane (info: 338-5890225). Questi i recapiti dell’associazione: www.donnaperdonna.it; info@donnaperdonna.it (anche per domande al dottor Cirelli). La diretta è sul sito www.temporadio.it. (e.b.)