13-magno polato Q

FONDAMENTALI CHIRURGIA E RADIOTERAPIA

CANCRO DELLA MAMMELLA: CHIRURGIA E RADIOTERAPIA ANCORA FONDAMENTALI.

A TempoRadio con ” Donna per Donna Onlus”, ne ha parlato il Professor Lorenzo Magno.

Nell’ambito delle trasmissioni medico-informative a cura dell’associazione ‘Donna per donna’, TempoRadio ha ospitato il professor Lorenzo Magno. Assieme a Clara Polato del sodalizio che aiuta le donne operate di tumore al seno, Magno ha parlato dell’attenzione che ancora è necessario porre alle cure antiche (chirurgia e radioterapia) per il cancro della mammella. L’intervento chirurgico e la irradiazione restano ancora le procedure di cura fondamentali per il carcinoma mammario. Le cure mediche sono importanti come aggiunta alle cure “antiche”, che poi tanto antiche non sono, per la incessante evoluzione tecnica che la varie procedure in cento e più anni hanno subito. “Al presente non esistono terapie farmacologiche risolutive, capaci cioè da sole di guarire il tumore la dove è presente n quantità rilevanti – ha sottolineato il professor Lorenzo Magno -. La chemio/ormonoterapia è invece preziosa per completare la cura quando vi è ragione di sospettare che esistano accumuli microscopici di tumore non evidenziabili con le tecniche diagnostiche attuali”. “La resezione chirurgica e l’irradiazione si integrano molto bene: è possibile ridurre la resezione chirurgica se l’intervanto è completato dalla irradiazione – ha precisato Magno -. Più chirurgia e meno radioterapia o meno chirurgia e più radioterapia sono, detto molto sommariamente, i criteri che oggi si adottano nella cura del cancro mammario operabile. E’ per questo che la chirurgia conservativa è diventata la regola (quando ve ne è la indicazione, ovviamente), mentre la tecnica della radioterapia è divenuta sempre più selettiva e quindi utile senza sequele tardive. Irradiazione conformata, irradiazione in tempi brevi, radioterapia intraoperatoria sono le procedure utilizzate ormai abitualmente. Fondamentale comunque è la esperienza degli operatori, medici e tecnici, al lavoro con apparecchiature aggiornate,  sempre attivi in un ambito interdisciplinare esperto”. È possibile ascoltare e commentare la trasmissione sul sito www.temporadio.it.