DSC_1100

UNA BELLA GIORNATA DI SOLE TRA PIACENZA E LA REGGIA DI COLORNO

Una domenica insieme, come succede ogni anno a settembre per una bella gita condivisa da oltre cinquanta donne, tra le aderenti di “Donna per donna”, l’associazione che raggruppa donne operate di tumore al seno. La destinazione quest’anno era doppia: Piacenza e la Reggia di Colorno. Un bel sole ha accompagnato la passeggiata mattutina nel centro storico cittadino cui ha fatto seguito la visita a Palazzo Farnese e alla Cittadella Viscontea. Meta successiva era piazza Cavalli e il Palazzo Gotico con le state equestri dei Farnese. Il gruppo si è poi diretto nell’area spirituale della città, in Cattedrale, alla chiesa di San Francesco e alla basilica di Sant’Antonino. Il pranzo, a base di prelibati prodotti dell’enogastronomia piacentina, ha avuto luogo in un rinomato locale della zona. Poi, nel pomeriggio, il torpedone si è diretto alla Reggia di Colorno, con visita guidata al piano nobile, dove hanno sede gli appartamenti del duca Ferdinando Borbone e alla Cappella ducale di san Liborio. Poco alla volta sono calate le prime ombre della sera ed è venuta l’ora di fare ritorno a casa. La gita è stata bellissima, come sempre accade alle donne dell’associazione quando si muovono, a settembre di ogni anno. Perfetta anche l’organizzazione, che si è avvalsa di guide specializzate molto capaci nel commentare i luoghi visitati con un metodo discorsivo apprezzato dalle gitanti. Il clima è stato il consueto, dove l’amicizia ha regnato sovrana tra tante persone che hanno condiviso un percorso di cure comune. “Donna per donna”, ha al proprio vertice la presidente Ines Micucci, mentre le aderenti sono 150, un numero nutrito per una associazione che ha base operativa sul basso lago ma che si muove in territori più ampi, dove occorre una presenza in situazioni legate al tumore al seno. Ora, il prossimo appuntamento è fissato per il 27 novembre, quando in un locale della Valtenesi, ci saranno gli auguri natalizi e di fine anno. Sarà l’occasione per ritrovarsi ancora una volta insieme e celebrare anche il 28esimo anniversario della nascita, di questa associazione assai meritoria per l’opera solidale compiuta tutti i giorni con sapienza e virtù.