Magno e Clara 16-05-2013

IL PROF: LORENZO MAGNO E LE TERAPIE PER IL CARCINOMA MAMMARIO

Magno e Clara 16-05-2013

La scorsa settimana, nell’ambito delle trasmissioni medico-informative a cura dell’associazione ‘Donna per donna’, è intervenuto a Temporadio il professor Lorenzo Magno, introdotto da Clara Polato a nome del sodalizio. Dopo aver concluso il discorso avviato nella precedente diretta in merito allo screening di massa ed un invito ad insegnare alle donne, sin da bambine, le regole da rispettare per rischiare meno di ammalarsi, Magno ha parlato di cure mediche del carcinoma mammario, che, in aggiunta a chirurgia e radioterapia, sono impiegate in pratica sempre. “Di solito la scelta per il tipo di trattamento viene effettuata in base a valutazioni della malata nel suo complesso stato clinico e delle caratteristiche istochimiche del tumore da trattare – ha detto il professor Magno -. In primo luogo s’identificano e dosano nel tumore  i recettori cellulari per ormoni estrogeni e progesterone. Le malate richiedono un trattamento differente se sono ancora in età fertile o in menopausa. In caso di positività recettoriale, se si riconosce la necessità di cure adiuvanti, si prescrivono antiestrogeni di cui il più noto ed usato è il Tamoxifene. In soggetti anziani si impiegano anche i farmaci antiaromatasici che inibiscono la trasformazione degli androgeni in estrogeni (Arimidex ed altri). Infine, in soggetti i cui tumori sono privi o poveri di recettori ormonali ed è presente il recettore di membrana HER2/neu, che viene attivato da un fattore di crescita epidermoidale prodotto in molte sedi del corpo, s’impiega un anticorpo monoclonale, il trastuzumab (Herceptin), associato ad antracicline o taxani. Vi è ancora indicazione per farmaci antiblastici in caso di mancata risposta ai farmaci che abbiamo elencato, in fase postoperatoria. Si sta studiando la possibilità di un impiego mirato di farmaci antiblastici, fondato sulla conoscenza di una serie di dati istochimici”. “Un caso particolare sono i tumori cosiddetti triplonegativi che riguardano una minoranza di casi e il cui trattamento è ancora sperimentale”, ha concluso Magno. Per contattare ‘Donna per donna’:info@donnaperdonna.it. La trasmissione, invece, si trova su www.temporadio.it.