DSC_1284

INSIEME PER AUGURARCI UN FELICE NATALE E UN BELL’ANNO NUOVO

La serata è un “classico” per chi conosce l’associazione. E’ un evento al quale è pure difficile rinunciare, perché si perde l’opportunità di incontrare belle persone, unite nel segno della solidarietà, intesa essa non come una parola vuota, bensì come qualcosa di “attivo” e di concreto. Sul lago di Garda, il bacino operativo, è assai conosciuta perché opera in un settore dove il dolore si mescola alla speranza. Stiamo parlando di “Donna per donna”, l’associazione di donne operate di tumore al seno, le cui aderenti si sono trovate qualche sera fa in un locale della Valtenesi per celebrare l’anno e augurarsi un sereno Natale. C’erano tutte, le signore che da sempre costituiscono l’”ossatura” di “Donna per donna”, a partire dalla presidente Ines Micucci, in procinto di essere riconfermata dopo che l’assemblea ha eletto il nuovo direttivo e approvato il bilancio provvisorio. “Donna per donna” agisce su svariati fronti: è in contatto con ospedali e case di cura ma soprattutto assiste le donne operate che dopo la chirurgia hanno bisogno anche dell’assistenza psicologica di chi per quella strada è già transitata. E qui l’associazione riveste un ruolo prioritario perché con le giuste parole e atti concreti sostiene donne che altrimenti potrebbero soffrire ulteriormente una situazione di per sé già complicata. “Donna per donna” inoltre è attiva anche sul piano della formazione e della informazione visto che con l’ausilio di numerosi medici specializzati diffonde messaggi di conoscenza per le donne in stato di criticità. Alla serata conviviale erano presenti all’incirca 140 persone e, dopo la lettura del bilancio, le associate hanno colto l’occasione per ringraziare aziende e privati che si sono adoperati per sostenere la serata e, insieme, l’attività del gruppo. Un sentito grazie è andato ai dottori Luciano Cirelli, Luigi Filippini e Stefano Mutti e al consulente Maurizio Ceppelli, professionisti che assistono l’associazione in maniera disinteressata. La serata si è svolta piacevolmente all’insegna dell’amicizia e dell’allegria. L’associazione ha un bacino di utenza molto vasto e vanta circa 150 aderenti. Ma sono assai di più le donne sostenitrici e vicine al gruppo nelle varie iniziative intraprese nel corso dell’anno, facenti parte di un programma sempre assai corposo, nel campo medico e psicologico.