DSC_4039

UNA BELLA SERATA IN AMICIZIA

All’evento erano presenti 150 persone

Un altro anno volge al termine, un anno intenso e pieno di attività per l’associazione “Donna per Donna”, impegnata a sostenere donne operate di tumore al seno. Qualche sera fa, si è svolta la tradizionale cena di auguri, alla quale hanno fatto presenza oltre 150 persone, che è stata anche l’occasione per tracciare il bilancio del 2016. Le parole della presidente Ines Micucci, hanno sottolineato l’intesa presente tra le donne dell’associazione, ogni giorno impegnate in una attività di volontariato solidale a stretto contatto con le istituzioni sanitarie. “Donna per donna” opera sopratutto sul territorio del basso lago di Garda bresciano. Al proprio attivo, ha collaborazioni con medici che meritano di essere ricordati e sono Luciano Cirelli, Lorenzo Magno, Luigi Filippini, Stefano Mutti e Alba. L’associazione tiene una rubrica mensile molto seguita su Temporadio, sempre in collaborazione coi medici, cui segue un resoconto dettagliato sulle colonne del Gazzettino nuovo. Perché l’impegno di fondo delle donne è di informare donne che si apprestano a vivere un momento delicato qual è l’operazione per un tumore al seno. Però essendo passate per questa esperienza di vita, le aderenti alla associazione sanno toccare le corde giuste, anche sotto il profilo psicologico, per dare sostegno a che ne ha necessità. La sede di “Donna per donna” è in centro storico a Desenzano del Garda. Per l’anno a venire il gruppo ha in serbo una serie di iniziative assai rilevanti, svelate a tempo debito. Di certo sono progetti a sostegno e tutela delle donne alle prese col tumore al seno. Tornando alla festa e agli auguri di fine anno, la serata si è svolta con amicizia e vero senso della convivialità. Ad allietare l’evento anche un gioco a premi molto apprezzato. I saluti di fine festa sono stati tutti rivolti al 2017: l’anno nuovo alle porte vede una associazione pronta a esserci ancora laddove c’è bisogno. “Donna per Donna” è nata sulle sponde del lago di Garda 29 anni fa. Da allora è sempre stata attiva con opere meritorie e certamente da applaudire.